Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

Post più popolari

lunedì 25 febbraio 2013

TELEVISIONE ORNITOLOGICA SPAGNOLA - Canaricultura Television


Josè Manuel Riesco Mendez ci ha mandato questo link:



http://www.canaricultura.tv/index.php/concursos-y-eventos
 

dove troverete molti video di mostre svolte in Spagna nel 2012, in particolare vi consiglio il video 
della Mostra specialistica dei lizard  di Chipiona , questo è il link:



 

sabato 23 febbraio 2013

Storia del Campione Italiano argentato 2012- All. Macchioni Fabio - Roma

Campione Italiano argentato 2012
Maschio
Foto e allevamento Fabio Macchioni - Roma
RNA : 12CH numero anello 45

Vogliamo vedere la storia di un lizard campione?
Grazie alla bravura di Fabio Macchioni che oltre ad essere un ottimo allevatore è diventato anche un bravo allevatore vedremo l'evoluzione del campione italiano argentato 2012. Prima vedremo il campione da piccolo, e poi vedremo i genitori (padre maschio argentato 1/2 cap n.82-2010 - madre femmina dorata 1/2 cap n.14-2008)
Fabio ci mostrerà anche la compagna dorata che ha deciso di  accoppiare al suo campione e poi con il tempo vedremo i figli e come evolveranno e come diventeranno campioni.

Questo è il risultato finale.
This is the final result.
Campione Italiano Lizard argentato (maschio) 2012 
Italian Champion 2012 - Silver lizard cock

Ma come era da piccolo?
But how it was as young?

Il giovane campione

il giovane campione




Do we want to see the story of a lizard champion?
Thanks to the cleverness of Fabio Macchioni that besides to be  a very  good breeder has also become a good photographer;  so that we shall see the evolution of the Italian champion silver lizard  2012. First we shall see the champion when it was young , and then we shall  look at the parents.
Fabio will show also the golden hen  who decided to join him and then with time we will see the children and how they will evolve to become champions.
very good  rowings

padre maschio argentato 1/2 cap n.82-2010 (remiganti , timoniere,father male silver 1/2 cap 82-2010- dopo 3 anni ancora nerissime, ha perso un pò di rowings sul petto



father cock silver 1/2 cap 82-2010 ( feathers after 3 years are  still very black, has lost a bit of rowings on his chest


la coda è sparita ma il campione è rimasto - the tail is gone but the champion is remained


video



 film  della sorella (Dorata cap)  Best alla Mostra specialistica di Casagiove 2012
 film of sister (gold cap) Best to the lizard Show in Casagiove (Ce) 2012










LA MUTA DEL LIZARD di E. Benussi

Alcuni giorni fa abbiamo incontrato il prof. E. Benussi, giudice internazionale di canarini di forma e posizione lisci, primo presidente del Lizard Canary Club Italiano  che ci ha dato questo suo vecchio articolo  sulla muta del canarino lizard.
Si leggono  interessanti ed ancora attuali  spunti di riflessione ed utili consigli.
Maschio argentato cap 2011 -all. Macchioni F. Roma



LA MUTA DEL LIZARD

E' superfluo ricordare che per il canarino la muta è un periodo critico. I Lizard, oltre alle normali difficoltà che  incontrano tutti i canarini, hanno  problemi particolari, dovuti alle sue peculiari caratteristiche
Gli allevatori inglesi di Lizard sostengono che ogni soggetto dovrebbe mutare in gabbia singola. Questo perché i giovani Lizard sono assai litigiosi e soprattutto la sera per scegliersi il posto per dormire, danno vita a baruffe sono violente, con beccate alla schiena, che immancabilmente fanno svolazzare piumette per tutta la gabbia. La conseguenza di tale litigiosità è deleteria per il Lizard perché, se le piume strappate erano  già mutate, nel ricrescere presenteranno un orlo chiaro più esteso rispetto alle altre piume mutate regolarmente (cioè una volta sola), con il risultato di sconvolgere  la regolarità del disegno che appare sulla schiena (spanglings). Questi soggetti presentano  un dorso con delle scaglie, a volte anche nitide e scure, ma rovinate  da un'area in cui c'è una schiarita di colore con  confusione delle scaglie, con immaginabili  penalizzazioni del  punteggio. Se non è possibile ingabbiare singolarmente i soggetti, occorre prevenire in ogni modo le occasioni di litigio, attraverso una serie di accorgimenti: evitare ad ogni costo l'affollamento, predisporre numerose mangiatoie e numerosi beverini, nel distribuire la verdura frazionarla in tante porzioni quanti sono gli ospiti della gabbia, distrarre i giovani con « giochi » come l'introduzione di piante di  parietaria e di sfilacci di canapa che tengono impegnati i soggetti. Prendendo spunto da quanto avevo visto in un allevamento di Harzer,avevo costruito una serie di posatoi poco più lunghi di una sigaretta,addossati alla parete ad  una distanza tale che il soggetto dietro non potesse beccare la schiena di quello appollaiato davanti.    Se si vuole mettere una fila di tali posatoi individuali sottostante,bisogna calcolare che siano sfalsati rispetto a quella sopra, per evitare che quelli soprastanti facciano “regalini” sul dorso di  quelli di sotto.       Un altro problema grave è  la caduta prematura di remiganti e timoniere.  Anni fa  mi sono sentito dire, con tono di rimprovero, da parte di un allevatore (ed un giudice) a  cui avevo ceduto alcune coppie di miei Lizard, che ai piccoli, cui era caduta accidentalmente qualche penna, era poi ricresciuta brizzolata o con la punta bianca. E' notorio che il Lizard ad ogni muta schiarisce il piumaggio e che le penne delle ali e della coda, nere completamente nel primo anno, ricrescono ogni volta più sbiadite, fino a diventare, in certi soggetti, bianche.
Se questa caduta non avviene naturalmente, al compimento del primo anno di vita, ma, per altra causa, prima, non  ricresceranno più nere, ma più o meno segnate di bianco: il che no pregiudica affatto il soggetto dal punto di vista riproduttivo, ma ovviamente lo  rovina per l’espositivo.
Per ridurre al massimo le occasioni di perdita accidentale di penne, gli inglesi non prendono mai in mano un soggetto giovane (specie poi quando sta mutando le copritrici, che rinforzano il sostegno delle remiganti e per passarlo da una gabbia all'altra usano il training stick.
Questo non è altro che un posatoio che è introdotto nella gabbia mentre l'altra estremità è tenuta i mano dall'allevatore: con gesti lenti si abitua il soggetto, posato su di esso, a farsi spostare da un punto all'altro della gabbia, in modo che, se è portato in corrispondenza di uno sportello aperto cui è stata accostata un'altra gabbia, l'uccellino passa spontaneamente dall'una all'altra.
Un altro accorgimento per rifinire la muta del Lizard è consentire che sia esposti al sole almeno per qualche ora al giorno durante l'estate. In tal modo le zampe se il ceppo è buono — diventeranno rapidamente scure. Un involontario esperimento a questo proposito lo feci anni fa, quando ebbi una “crisi” di sovrapproduzione nel mio allevamento. Quell'anno produssi circa 150 giovani e potevo alloggiarne in terrazza solo la metà. I piccoli della seconda covata dovettero per forza essere sistemati in una grande voliera, allestita in fretta in cantina. Le zampe dei  piccoli della prima covata, che potevano quotidianamente beneficiare di un bagno di sole, divennero tutte nere, quelle dei soggetti tenuti in cantina — che pure, si  badi, erano fratelli dei primi — rimasero color carnicino.
Per finire si tenga conto che spesso i Lizard, soprattutto in muta, sono affetti da disturbi intestinali. Per favorire la loro digestione io lascio loro a disposizione grit mescolato a un pizzico di carbone Belloc in polvere e ogni tanto aggiungo nella acqua da bere un pizzico di bicarbonato.
Femmina 1/2 cap dorata - all.Mungiguerra D.-Aquino (Fr)

Femmina 1/2 Cap - all. Citro A.-  Battipaglia (Sa)

domenica 17 febbraio 2013

CONVEGNO - -STANDARD SELEZIONE DEI CANARINI NERO E DEI CANARINI DI FPL A DISEGNO SPECIFICO.










L'ASSOCIAZIONE ORNITOLOGICA FORESTALE  ORGANIZZA 




DOMENICA 17.03.13 
EBOLI LOC. CIOFFI - SALA CONFERENZA "CENTRO REGIONALE MONITORAGGIO PARASSITI" (C.Re.Mo.Par.) NEI PRESSI DELL'OUTLET :

PROGRAMMA DEL CONVEGNO

 ore 9,00 : Saluti  e presentazione del convegno da parte del  presidente dell'Associazione ornitologica forestale dott. G. Salerno

ore 9,15 : Introduzione convegno  dott. Citro A. e dott. P. Vicidomini


ore 9,30  : Sig. Alfonso Giordano giudice internazionale canarini di colore:  “Descrizione dei  lipocromi  del canarino , il giallo del canarino di colore ed il giallo del CFPL. I coloranti”

Ore 10,00 : Dott. Umberto D’Agostino giudice internazionale canarini di colore:“Le feomelanine e le eumomelanine  zone di convergenza e di elezione”

Ore 10,30 : Prof Eugenio Benussi: giudice internazionale CFPL :  “Il giudizio del canarino lizard”

Ore 11,00: Dottor Angelo Citro medico veterinario specialista in alimentazione degli animali domestici e specialista in malattie infettive degli animali domestici: “Alimentazione ed ossidazione dei canarini nero”

Ore 11,30  discussione
Ore 12,30: presentazione casi pratici : canarini nero e lizard
Ore 13,30 : conclusioni